Mistero lungo il sentiero della sorgente perenne

Una visita lungo un sentiero di 2 km prima di arrivare alla meta finale, circondati da una foresta incantata.
Qui durante la stagione delle piogge scorre un torrente ed è presente una sorgente di acqua che gli antichi chiamavano perenne.
Si inizia a camminare per una strada carrabile circondata da pini profumati per poi immettersi su un antico sentiero che fu percorso da carri e uomini in sella a cavalli e muli che andavano a lavorare tra le foreste. Bisogna raggiungere poco più quota 300 metri per giugnere alla meta, lungo un cammino in cui si incontrano testimonianze delle passate attività umane e tra una vegetazione spettacolare in cui alcune quercie sono le regine del bosco.

 

Il Sentiero è ben accessibile e non presenta particolari difficoltà. Alcuni tratti mostrano ancora l’antica pavimentazione in pietra realizzata in tempi antichi per agevolare il percorso ai carri.
L’escursione dura non più di 3 ore comprese soste per osservare il panorama che guarda sulla costa, una volta arrivati alla meta si rientra percorrendo lo stesso sentiero.

Prima di giugnere al punto di arrivo vi è un luogo che nasconde ancora un mistero da svelare. Sembrerebbe proprio che questi sentieri   abbiano conosciuto le orme dell’uomo da migliaia di anni. Ricerche sono ancora in corso e col tempo probabilmente si potrà svelare questo mistero che i secoli, i macigni del tempo, che paiono immobili ma non lo sono, in quanto seguono ritmi differenti dai nostri, strato dopo strato, hanno occultato e nascosto ai nostri occhi.

 

Programma escursioni

Pagina precedente